Globalizzazione e tecnologia hanno segnato le principali trasformazioni economiche mondiali, delineando gli equilibri del mercato azionario. Da oltre 10 anni sono i colossi della Silicon Valley ad avere il primato di azienda che fattura di più al mondo, riuscendo sempre a mantenere la loro crescita in attivo.

L’economia mondiale è sempre più tecnologica e questa trasformazione si riflette anche sulla classifica delle aziende con il maggior fatturato perché, quando si tratta di valore del marchio, è difficile superare le Big Tech.

Di fatto, nell’elenco dei 100 marchi più preziosi, presentato da Forbes e relativo al 2020, i primi cinque “big” sono gli stessi dell’anno scorso e sono tutte aziende che si occupano di sviluppo tecnologico, mantenendo un ritmo di crescita costante o in aumento.

Eppure non è sempre stato così. Basti pensare che nel 1994 la classifica era ancora dominata dal settore petrolifero e solo un’azienda tecnologica, la Ibm, compariva nelle top 10 delle società quotate. Del resto, la scalata delle Big Tech nell’olimpo delle società che fatturano di più al mondo è cominciata negli anni Novanta con i ‘dotcom’ ed è proseguita, per poi consolidarsi, negli ultimi dieci anni, con l’arrivo degli smartphone. Ma oggi qual è l’azienda che fattura di più al mondo?

La classifica delle aziende che fatturano di più al mondo

Nelle “big five” figurano Google, Microsoft, Amazon e Facebook, ma al primo posto c’è l’azienda conosciuta a tutti per il suo simbolo: la mela. Apple, infatti, nonostante le conseguenze della crisi da Covid-19 e della recessione economica, continua ad avere una crescita positiva, consolidando ancora una volta la prima posizione sul podio delle aziende con il maggiore fatturato al mondo.

Amazon, Apple e Facebook solo in anni recenti sono riusciti ad arrivare ai vertici della classifica, contrariamente a Microsoft. Infatti, la società fondata da Bill Gates è oggi la prima al mondo per capitalizzazione e, nel corso degli ultimi 25 anni, ha consolidato il suo posto nella classifica, restando sempre nei primi 10 big.

Apple: l’azienda che fattura di più al mondo

L’azienda fondata da Steve Jobs e diretta da Tim Cook ha a disposizione riserve liquide pari a 225 miliardi di dollari, una cifra che equivale quasi alla metà della capitalizzazione di Piazza Affari. Basti pensare che 100 dollari investiti in Apple nel 1994, oggi avrebbero un valore pari a 19mila dollari! Ma come ha fatto a diventare l’azienda che fattura di più al mondo?

Ancora una volta, dobbiamo porre l’attenzione sullo sviluppo tecnologico. La crescita di Apple è dovuta soprattutto alla diffusione degli smartphone, all’avvento dei social media e alla trasformazione dell’e-commerce da mercato di nicchia a fenomeno di massa.

Chi sfida i colossi della Silicon Valley?

In questa lotta per il primato di azienda che fattura di più al mondo, non bisogna dimenticare la Cina. Sono anni che la Repubblica popolare ha una crescita del Pil annuo sempre a doppia cifra, tanto da conquistare il titolo di seconda potenza economica a livello globale. Nella top 10 figurano soprattutto le aziende cinesi che si occupano di sviluppo tecnologico, ma anche il settore bancario e petrolifero ha quotazioni alte.

Le novità della classifica

L’elenco di quest’anno include diversi nuovi arrivati come Nintendo, Burger King e AXA. Di contro, i marchi storici, con concorrenti più recenti, hanno registrato perdite di valore e sono scesi nella classifica. Uno su tutti è la marchia di rasoi Gillette, che continua ad affrontare le crescenti pressioni di nuove startup.

La vera sfida si giocherà comunque l’anno prossimo. Dopo due anni di pandemia e la relativa crisi economica che ha portato il Coronavirus, sarà sicuramente interessante vedere quali sono le aziende che hanno resistito e incrementato i loro utili. Per il momento, secondo i dati che sono stati esaminati, società come Apple, Amazon, ma anche Netflix e Disney, non hanno niente da temere.

 

Classifica aggiornata anno 2020