Quali saranno le novità tecnologiche del futuro? Soprattutto nell’ultimo anno la pandemia ha accelerato innovazione e digitalizzazione, rendendo proprio la tecnologia la protagonista assoluta della cosiddetta “Stay Home Economy”

La pandemia di Covid-19, oltre a far piombare il mondo in una profonda crisi economico-sanitaria, ha spinto molti settori – chi più, chi meno – ad innovarsi. La tecnologia, in pochi mesi, ha preso il sopravvento su una società che sta ancora cercando di “assorbire” tutti i cambiamenti portati dal 2020. Sanità, finanza, commercio, moda, ristorazione e agricoltura sono solo alcuni dei comparti che hanno visto una forte trasformazione tecnologica e che si sono dovuti adattare a quella in corso nella società, in quest’ultimo anno in cui la “Stay Home Economy” ha posto le sue basi e “premiato” proprio quelle realtà che hanno fatto del digitale e dell’innovazione la loro mission. Ma quali sono, a questo punto, le novità tecnologiche all’orizzonte? Quelle che ancora vediamo appena – o non vediamo per niente – destinate a rivoluzionare la nostra vita?

Novità tecnologiche, quali saranno quelle del futuro

Ad analizzare i trend tecnologici del futuro che influenzeranno aziende e consumatori un recente report di Deloitte, “TMT Predictions”. Lo studio prevede, innanzitutto, un boom della telemedicina: con la diffusione del Covid-19 in molti, a livello globale e soprattutto tra i pazienti ultrasessantenni, hanno infatti iniziato ad utilizzare le app di videochiamata per le visite con i propri medici. Proprio per questo, secondo Deloitte la percentuale di medici e pazienti disposti ad adottare soluzioni virtuali salirà al 5% a livello globale nel 2021, rispetto all’1% stimato nel 2019.

Per quanto riguarda il mondo del lavoro, lo smart working ha portato alla crescita ed espansione del mercato cloud nel 2020: tra il 2021 e il 2025 si prevede che l’aumento dei ricavi in questo settore rimarrà superiore al 30%. Novità tecnologiche hanno toccato e continueranno a toccare, poi, sport e fitness, con le app per l’allenamento in casa che sono letteralmente esplose. Gli sport femminili, in particolare, hanno visto una maggiore capitalizzazione e nel 2020 sono state poste le basi di un mercato che li vede protagonisti e che supererà il miliardo di dollari.

Tra le novità tecnologiche del futuro, che ancora deve superare paure irrazionali e scetticismi, c’è poi il 5G: questo tipo di innovazione velocizzerà in modo sorprendente la trasmissione di audio, video e immagini. Il che significa, come spiega un articolo di Linkiesta, che “potremo scaricare un’intera serie tv in pochi minuti, comandare da remoto in tempo reale automobili, elettrodomestici e robor, grazie alla connessione tra sensori, telecamere e droni ci sarà possibilità di gestire in modo efficiente il traffico di strade e aeroporti”. Si tratta di azioni che, naturalmente, potranno essere gestite tramite un semplice smartphone.

Le aree non cablate, invece, spiega Wired, vedranno l’intervento del fixed wireless access (fwa), una forma di connettività a banda larga e bassa latenza che consente di portare 1 gigabit per secondo. Si tratta di una soluzione davvero ottimale per aree industriali e centri di produzione rimasti “sconnessi” in questi anni. Grandissimo impulso, poi, verrà dato all’intelligenza artificiale, che sarà utilizzata in tantissimi ambiti: quello delle relazioni con la clientela, nel caso di moltissime piccole e medie imprese che intensificheranno l’utilizzo, ad esempio, dei bot conversazionali per la loro organizzazione interna o, verso l’esterno, al fine di ridurre la pressione sugli Help Desk, Customer Care o Contact Center. L’intelligenza artificiale, in particolare, si metterà al servizio delle persone in un modo che rivoluzionerà davvero il nostro quotidiano. Alle aziende questa fornirà un validissimo aiuto per organizzare i dati dei clienti, per snellire processi e velocizzarli.

Fra i trend tecnologici affiorati negli ultimi anni e che si rinforzeranno nel futuro anche la smart home e le auto a guida autonoma. Anche la casa, oltre al lavoro, è diventata più “smart”: oggi device ed elettrodomestici, infatti, sono in grado di comunicare tra loro senza bisogno dell’interazione umana e questo tipo di sofisticatissimi servizi tech saranno alla portata di sempre più tasche. Per quanto riguarda le auto a guida autonoma, invece, oltre Tesla del visionario Elon Musk anche altre grandi aziende, come Apple e Hyunday, hanno annunciato di voler mettere in produzione questo tipo di veicoli che, letteralmente, si guidano da soli. La domanda da porsi, in questo caso, è sulle tempistiche che permetteranno ad un vasto pubblico di acquistare un’auto elettrica e che sfrutta (anch’essa) l’intelligenza artificiale per la guida autonoma.

Leggi anche: Lavoro, quali saranno le lauree più richieste nel 2024: le previsioni per gli “occupati del futuro”

Non perderti niente!
Il meglio nella tua casella di posta
ogni settimana.

*Ho letto e accettato l'Informativa sulla Privacy